Buon Natale!

A Natale, si sa, tutti sono più buoni e io naturalmente cerco di adeguarmi all’andazzo generale ma, pur sforzandomi, proprio non ci riesco. No, proprio no.

C’è una vocina bastarda che si agita dentro di me in maniera incontrollata, arriva fino alla testa e mi fa fare pensieri più bastardi di lei. Pensieri non buoni e nemmeno buonisti, come è ora nel costume di tutti.

E così quest’anno, per il primo anno dopo tanti , incomincio a intravedere i lati positivi di un evento negativo che, ahimè ma forse non tanto ahimé, mi è capitato.

Evento negativo: Lite con i miei. Mia madre (come sono buone le mamme) mi ha detto a chiare lettere che non faccio più parte della famiglia.

Eventi positivi prima d’ora non considerati:

  • Liberazione da obblighi e impegni di sorta a cominciare dalle sempre odiate cene di famiglia in compagnia di parenti che mi stanno sulle scatole;
  • Notevole risparmio nella spesa in regali di Natale che acquisto solo per i miei figli, mio marito e le amiche del cuore;
  • Di conseguenza farò sparire le espressioni deluse e insoddisfatte sulle facce di chi non è stato accontentato;
  • Potrò finalmente comprarmi la borsa colorata in finta pelliccia;
  • Godere appieno dell’atmosfera natalizia andando in giro per le vie di Milano e di Pavia;
  • Pensare di più a me stessa e a quello che voglio e desidero. Viva la libertà.

Natale è rinascita: la mia. Maria Rosaria is back in black.

Auguri di cuore a tutti.

 

Annunci